Grazie!! Il tuo kit è pronto. Ora puoi aggiungerlo al carrello.

Paniere 2015, entra il caffè al ginseng e le bevande al distributore

Nel Paniere Istat 2015 entrano il caffè al Ginseng e le bevande del vending

C'è chi esce e c'è chi entra. Parliamo del Paniere Istat che ogni anni fotografa l’Italia attraverso il cambiamento dei consumi delle famiglie. Su questo poi si basa il calcolo dell’inflazione. L'anno scorso erano entrate le cialde di caffè a testimonianza del sempre più diffuso uso del caffè porzionato in cialde e capsule soprattutto per uso domestico. Quest'anno entra invece il caffè al ginseng al bar ma anche le bevande al distributore automatico: in particolare caffè e acqua della macchinetta.

Ai fini del calcolo dell'inflazione abbiamo poi anche i biscotti e pasta senza glutine, la birra analcolica e il car e bike sharing, a dimostrazione di un'attenzione sempre maggiore alla sostenibilità e ad un'alimentazione sana ed equilibrata. È infatti aumentata la domanda di alimenti senza glutine di pari passo al numero di pazienti affetti da celiachia e di consumatori più consapevoli in tema alimentare. Altro dato significativo quello della birra analcolica il cui consumo si è consolidando negli ultimi anni grazie anche ad un’offerta sempre più ampia di marchi.paniere istat 2015

Anche per effetto della Tasi cambia il paniere. Dentro ora l'assistenza fiscale per il calcolo delle imposte sull’abitazione e la dichiarazione dei redditi. Via invece beni e servizi considerati superati come il navigatore satellitare, l’impianto hifi, il registratore dvd e il corso di informatica. I cali più rilevanti riguardano poi abbigliamento e calzature, trasporti, mobili, articoli e servizi per la casa, servizi ricettivi e di ristorazione e ricreazione, spettacoli e cultura.

Ovviamente per noi di CentoCaffè, non può far altro che piacere il fatto le cialde e le capsule siano ormai un bene di larghissimo consumo, in fondo il merito in infinitesima parte è anche nostro, no? :)

Leave a Reply